U.S.PERGOLETTESE 1932 Srl
VIA A. DE GASPERI 67 - 26013 CREMA
Tel.0373 226415 / 0373 399932 - Fax: 0373 399933
uspergolettese@gmail.com - ufficiostampa@uspergolettese1932.it

Notizie 0/1

CARLO FERRARIO: " SONO CONVINTISSIMO DELLA SCELTA FATTA. SONO IN UN BEL GRUPPO CHE VUOLE ARRIVARE IN ALTO." L'INTERVISTA

Torna Indietro

Carlo Emanuele Ferrario, bomber di razza, sta entusiasmando i tifosi della Pergolettese con gesti atletici e gol di pregevole fattura. Una lunga carriera alle spalle tra Lecco, Varese, Prato, Monza, Cuneo, Torres, Argentina Arma, Bra, Monza la scorsa stagione ,con la vittoria in campionato, e quest’anno alla Pergolettese con oltre 100 gol segnati.
Alla vigilia del derby di Coppa Italia ci ha concesso una intervista in cui ripercorre i passaggi essenziali della sua vita calcistica con qualche ricordo piacevole.

Innanzitutto dove e’ nato e cresciuto Carlo Ferrario calcisticamente:
“ I primi passi da giovane calciatore li ho fatti a Porlezza, il mio paese di nascita nella Porlezzese. Poi ho fatto un anno nel Morbegno, nostra societa’ affiliata, per passare a fine stagione nel MILAN dove ho fatto tutta la trafila del settore  giovanile fino alla Primavera;con gli Allievi Nazionali ho vinto lo scudetto. Ho fatto anche qualche panchina in serie A, senza esordire purtroppo. E’ stata comunque una bella esperienza, che mi ha aiutato a crescere sia dal lato umano che calcistico e la portero’ sempre nei miei ricordi.”

Nella squadra degli JUNIORES di quell’anno c’era anche un altro bomber che ancora oggi non smette mai di segnare coma MARZEGLIA.
“ Si con me oltre a lui c’era anche Abate, Marzoratti, Astori, Ardemagni; tutti giocatori che hanno fatto una bella carriera. Eravamo una squadra  fortissima.”

Nel Dicembre del 2005 fai parte della squadra Under 21 di LegaPro che si aggiudica la MITROPA CUP. Allenatore di quel gruppo era un nostro grande allenatore GIORGIO VENERI.
“ Quel periodo o ricordo con molto piacere e sopratutto mister VENERI che e’ una gran persona, sia come uomo e come allenatore. Mi ha sempre dato fiducia e ha sempre creduto molto nelle mie qualita’. Mi ha convocato spesso nella Nazionale under 21 con giocatori di due anni piu’ anziani di me.”

Se ti dico una data, 15 Febbrario 2006 cosa ti ricorda?
Mi ricordo come fosse ora. Al 33’ del primo tempo, all’Abbey Stadium di Cambridge, ho realizzato il gol con la Nazionale under 21 di Legapro e che  in quel momento ci dava il pareggio. Poi la gara e’ finita con una sconfitta per 3 a 1, ma la soddisfazione di aver segnato un gol con la maglia azzurra e in Inghilterra e’ stata immensa.”

Poi intrapprendi la tua carriera da giocatore in molte squadre titolate fino al Monza nella scorsa stagione.
“ A Monza c’ero gia’ stato in C1 e avevo segnato 11 gol, avevo 23 anni. Ma anche di Prato ho un bel ricordo perche’ abbiamo raggiunto la finale playoff contro il Giulianova e non siamo passati in C1 per i due pareggi contro di loro, avevano concluso il campionato piu’ avanti di noi in classifica. Li’ mi allenava ORRICO che e’ stato un altro allenatore che ricordo con tanto affetto. Ho girato molto nella mia carriera con esperienze importanti come Torres, Cuneo, Bra  con 32 gol e poi l’anno scorso con la cavalcata vincente a Monza da incorniciare.”

Quale e’ stato la caratteristica vincente di quella squadra.
“ Il segreto e’ stato il gran lavoro sul campo che il mister e’ riuscito a inculcare in ognuno di noi. Oltre alle qualita’ dei singoli, che era alta, siamo stati un gruppo che ha lavorato molto sin dal primo giorno di ritiro. Anche quando vincevamo una o una serie di partite, nessuno si e’ mai  montato la testa, siamo sempre stati coi piedi per terra. La dimostrazione e’ che alla fine abbiamo vinto anche lo scudetto, andando a giocare la finale con la testa giusta. La fame che avevamo dentro, la voglia di arrivare ai risultati, l’unita’ del gruppo sono state le caratteristiche vincenti; molto ci ha dato mister Zaffaroni che e’ stato un gran maestro in questo. Ho acquisito molta esperienza che sto portando anche qui alla Pergolettese, dopotutto dopo Contini, che e’ arrivato da poco, sono quello piu’ “anziano”. ”

Questa estate la scelta della PERGOLETTESE, sempre convinto della scelta di non salire nei professionisti?
Convintissimo, straconvinto della scelta fatta., la dimostrazione e’che ho firmato quasi subito. Credo di essere stato tra i primi a firmare ad inizio estate. Io avevo gia’ giocato spesso al Voltini contro la Pergolettese e anche quando era Pergocrema, e sapevo di che piazza si parlava. A me piacciono le piazze “calde” e sapevo della passione e del tifo che c’e’ con questa squadra. Poi ti devo dire la verita’, Il Presidente Marinelli, Cesare Fogliazza, Il mister, mi hanno fatto capire la volonta’ che hanno avuto sin da subito nel volermi portare qua’ e per me e’ fondamentale. Ho accettato subito e sta a me ripagare ora la fiducia che  mi hanno dato. Sono sicuro di aver fatto la scelta giusta e sono consapevole di essere arrivato in un gruppo che vuol vincere e arrivare in alto. E’ normale che poi sara’ il campo a dare delle sentenze , ma la nostra idea e’ di arrivare il piu’ in alto possibile.”

Nella tua carriera non hai mai disputato derby cittadini. Qui a Crema dopo tanti anni torna la sfida cittadina. Anche se vale per la Coppa Italia, questa gara sara’ seguita da una bella cornice di pubblico. La prevendita sta andando bene e la tifoseria gialloblu’ si e’ mobilitata e accorrera’ in massa.
“passione di Mi sto accorgendo parlando coi tifosi che e’ una gara sentita. La cosa importantissima e’ che la gente, soprattutto del Pergo, torni allo stadio con la sempre. Uno dei nostri obiettivi stagionali sara’ di far riempire il Voltini coi nostri colori. So  che c’e’ molta rivalita’ sportiva. L’unica cosa che posso solo promettere e’ che, anche se e’ una gara di Coppa Italia, da parte nostra ci sara’ il massimo dell’impegno. Come sempre non molleremo niente e venderemo cara la pelle sia in Coppa che in campionato. ”

A proposito di campionato, in questo momento Rezzato, Pro Patria e Darfo Boario sono in testa alla classifica. Due erano pronosticate alla vigilia, forse la sorpresa di quest’inizio e’ il Darfo.
Ti dico la verita’, io guardo poco la classifica. Ci sono molte squadre attrezzatissime, come noi del resto. Siamo solo all’inizio e possiamo giocarcela con tutti . Pensiamo a noi stessi e fare il massimo di quello che possiamo e poi parlera’ il campo; noi siamo consapevoli della nostra forza. Piano piano lavorando assieme stiamo capendo i nostri caratteri, visto che siamo quasi tutti nuovi, migliorando giorno dopo giorno. Sono molto positivo perche’ vedo negli occhi dei miei compagni la voglia di arrivare in alto.”




U.S.PERGOLETTESE 1932 Srl
VIA A. DE GASPERI 67 - 26013 CREMA
Tel. 0373 226415 / 0373 399932 - Fax: 0373 399933
Stadio      Contatti